Il Microbioma cutaneo e le sue variazioni durante il processo di invecchiamento

Time: 10:00 - 10:25

Date: 25 Novembre 2020

L’insieme di microrganismi in grado di vivere in modo simbiontico con l’organismo umano senza danneggiarlo è definito microbiota. Diversamente da quanto si pensava in passato, il microbiota è in grado di apportare diversi benefici, ad esempio costituisce una barriera di protezione nei confronti di specie batteriche nocive. Questa condizione di equilibrio che si viene a creare tra le due parti è detta eubiosi, mentre la sua alterazione è chiamata disbiosi e può portare all’insorgenza di condizioni patologiche.
Ogni distretto corporeo è associato a una specifica comunità microbica, determinando così la distinzione di diversi tipi di microbiota, tra i quali quello cutaneo rappresenta quello di maggior interesse per l’industria cosmetica.
Il microbiota è un sistema dinamico che varia nel tempo a causa dell’influenza di diversi fattori: parametri ambientali (inquinamento, esposizione ai raggi UV), fattori fisiologici (pH, temperatura e condizioni ormonali), etnia, genere, stile di vita ed età. In particolare, diversi studi hanno dimostrato che il microbiota cutaneo varia in relazione alle varie fasce d’età: nel neonato la sua composizione è strettamente legata a quella materna e dipende anche dal tipo di parto, nel periodo della pubertà è influenzato dalla componente ormonale, si raggiunge una condizione di stabilità nell’adulto mentre nell’anziano cambia nuovamente a causa del calo delle difese immunitarie e per la variazione ormonale (ad esempio la condizione di menopausa della donna).

Speakers

  • Beatrice Rossi Università degli studi di Pavia
  • View full profile for Sofia GrandiSofia Grandi Università degli studi di Pavia

« Back