Uncategorized

SICC – Round Table


Massimo Franco – Le nanoparticelle lipidiche solide (SLN) si distinguono dai vettori lipidici nanostrutturati (NLC) per la composizione della matrice delle particelle solide. La loro produzione e dei relativi prodotti finali è possibile mediante metodi ben consolidati. Le SLN e NLC presentano caratteristiche idonee per l’applicazione dermica di cosmetici e prodotti farmaceutici, ovvero rilascio controllato di attivi, targeting farmacologico, miglioramento della penetrazione e aumento dell’idratazione cutanea. Grazie alla possibilità di produrre nanoparticelle lipidiche da lipidi naturali e/o biodegradabili, questo sistema di trasporto mostra un’eccellente tollerabilità.

Piera Di Martino – Diversi sono gli ingredienti di dimensioni nanoparticellari impiegati nelle formulazioni cosmetiche, come l’ossido di zinco o il carbon black. Ma se da un lato la commissione europea ha solo parzialmente risolto l’enigma sulla sicurezza dei sistemi nano per uso cosmetico, dall’altro lato c’è una forte spinta da parte del settore ricerca ed innovazione nel trasformare materie prime anche molto note in forma nano, al fine di migliorarne la performance cosmetica.
Si rende quindi necessario conoscere meglio questi sistemi al fine di ridurre le variazioni di lotto e assicurare la stabilità in formulazione. La misura della dimensione particellare, del potenziale zeta, delle proprietà di superficie delle materie prime, nonché le caratteristiche reologiche delle formulazioni contenenti nanoparticelle sono solo alcune delle tecniche di caratterizzazione che possono essere impiegate a tal fine e che varrebbe la pena introdurre anche come analisi di routine nei laboratori cosmetici.

Eleonora Russo – La nanotecnologia è definita come “la progettazione, la caratterizzazione, la produzione e l’applicazione di materiali, dispositivi e sistemi di dimensioni nanometriche”.
La FDA attualmente non ha una vera definizione di nanomateriale ma ha pubblicato una guida per l’industria, nel giugno del 2014, per contribuire a fornire normative e chiarezza nella regolamentazione dei prodotti nanotecnologici (Guidance for Industry ID: FDA-2010-D-0530-0039, giugno 2014). Il regolamento sui cosmetici dell’Unione Europea (UE) afferma che un nanomateriale è un “materiale insolubile o biopersistente e intenzionalmente fabbricato con una o più dimensioni esterne, o con una struttura interna, di misura da 1 a 100 nm” (Regolamento (CE) n. 1223/2 e 9).
L’uso della nanotecnologia nei cosmetici è finalizzato alla realizzazione di prodotti più efficaci e che durano più a lungo. Questa tecnologia viene applicata per ottimizzare le condizioni di produzione e lo sviluppo di una formulazione robusta per la cura della pelle.
Della nanotecnologia in cosmetica si sfruttano soprattutto i prodotti costituiti da goccioline di piccole dimensioni con elevata area superficiale, che consentono un efficace trasporto dei principi attivi attraverso la pelle.
In questa breve trattazione scientifica andremo ad analizzare alcune tra le più importanti formulazioni nanotecnologiche applicate alla cosmesi e ne descriveremo le tecniche di preparazione.
I sistemi a base di lipidi sono il tipo più comune di nanoparticelle studiate per l’applicazione topica. Le nanoparticelle lipidiche solide (SLN), le nanoemulsioni e i carrier lipidici nanostrutturati (NLC) sono i principali tipi di nanoparticelle a matrice mentre i liposomi sono il principale tipo di particelle vescicolari valutate negli studi di permeazione. Altri tipi di sistemi di rilascio dermico includono i niosomi, cubosomi, sistemi bicellari e le nano dispersioni.
In particolare, per quanto riguarda le micro e nanoparticelle lipidiche, le tecniche più utilizzate per la loro preparazione sono le seguenti:
• Omogeneizzazione ad alta pressione (a caldo o a freddo);
• Tecnica della precipitazione-diffusione del solvente;
• Tecnica della microemulsione;
• Tecnica dell’emulsione multipla W/O/W;
• Tecnica dello spray drying
Tutti questi tipi di formulazione presentano un’elevata capacità di intrappolamento dell’attivo, una
stabilità a lungo termine, un’elevata biocompatibilità e la possibilità di essere prodotti su scala industriale a costi ridotti.

Paola Perugini – Le nanotecnologie hanno rivoluzionato negli ultimi anni diversi settori, portando a elevati miglioramenti di prestazione, ma anche alla creazione di funzionalità totalmente nuove che aprono nuovi orizzonti alla loro applicazione. Nel settore dell’imballaggio, molto importante è stato il ruolo delle nanotecnologie sia nel migliorare le prestazioni globali dell’imballo (meccaniche, barriera …) sia per quello che riguarda l’imballaggio funzionale, attivo e intelligente. Alcune applicazioni già autorizzate sul mercato da parte degli Stati membri e dalla Commissione europea, sono l’uso del nitruro di titanio nelle bottiglie di polietilene tereftalato (PET) o l’introduzione di carbon black o di ossido di zinco nel packaging polimerico. Inoltre numerosi studi hanno dimostrato la possibilità dello sviluppo di un packaging intelligente antimicrobico utilizzando le nanotecnologie.
Il potenziale rischio per i consumatori derivante dall’uso delle nanotecnologie negli imballaggi è ovviamente correlato all’eventuale migrazione dei nanomateriali nella formulazione contenuta, sia essa un alimento o un cosmetico. Non bisogna dimenticare però che anche alcune interazioni tra le strutture nel packaging e gli ingredienti presenti nella formulazione possono determinarne un loro adsorbimento con perdita di attività e di sicurezza del prodotto finito.
Per questo motivo gli studi di interazione packaging-contenuto intesi sia come migrazione di elementi dal packaging al prodotto che come possibile adsorbimento degli attivi, conservanti o sostanze volatili al packaging stesso sono fondamentali per garantire la sicurezza e l’efficacia del prodotto finale. I protocolli di studio devono ovviamente adeguarsi alla tipologia di materiale polimerico di partenza, alla tipologia di packaging e al suo spessore e agli ingredienti contenuti.

2020: L’ANNO DELL’EVOLUZIONE POSITIVA

Il momento di difficoltà che stiamo vivendo può essere utilizzato per rivedere la nostra visione strategica. In un mondo pieno di opportunità, ogni cambiamento può rappresentare un motivo di crescita. La corretta interpretazione delle nuove esigenze del consumatore potrà diventare la linea guida per dar vita ad un progetto di sicuro successo.

LA LEGISLAZIONE MOCA: PRINCIPI E REGOLE CHE LA GOVERNANO

L’intervento mira a inquadrare la legislazione dei Materiali ed Oggetti destinati al contatto con alimenti e integratori alimentari, partendo dai principi generali e declinando le regole specifiche per materiale, con focus sulle materie plastiche riciclate.

Grap’Sud – Una gamma di composti fenolici naturali per prestazioni e benessere

L’estrazione e la caratterizzazione degli estratti vegetali, e più in particolare dei composti fenolici dell’uva e dell’oliva, sono stati al centro dello sviluppo strategico del gruppo per più di 25 anni. Grap’Sud offre quindi una gamma completa di composti fenolici, i cui benefici sono supportati da dati scientifici che vengono costantemente aggiornati.
Questi dati scientifici ci permettono di sostenere l’efficacia e ampliare la portata dell’applicazione dei nostri estratti fenolici. I molti benefici dei nostri composti naturali porteranno prestazioni e benessere alle vostre varie formulazioni (antiossidante, anti-libero radicale, anti-infammiatorio e antimicrobico).

SYNBALANCE® KEEPCALM: FORMULAZIONE PROBIOTICA A SUPPORTO DEL GUT-BRAIN AXIS

Negli ultimi anni l’asse Intestino–Cervello è diventato argomento di interesse sia per la comunità scientifica per il mercato nutraceutico, quale nuova soluzione per migliorare la gestione dello stress, ansia e umore. I probiotici forniscono una risorsa innovativa nel migliorare tali aspetti della vita quotidiana. SynBalance® KeepCalm (L. reuteri-PBS072 e B. breve-BB077) ha dimostrato efficacia clinica su studenti stressati, mostrando un notevole miglioramento delle funzioni cognitive. Dati preliminari di un ulteriore studio sullo stress lavoro-correlato in azienda hanno evidenziato un miglioramento della qualità del sonno e della loro percezione lavorativa. È on-going un terzo studio sulla gestione dell’ansia nelle neo-mamme.
Scopri con noi tutti i segreti nel webinar che si terrà Giovedì 26 Novembre alle 09:40

Acido Lipoico: case study

La presentazione verterà su un overview dell’acido lipoico in termini di efficacia, studi clinici e safety.

La scelta di questa molecola è dovuta all’attuale richiesta all’EFSA da parte di uno stato membro della sua valutazione secondo l’Art.8 Reg. CE 1025/2006.

E’ un case history molto attuale che da un esempio del rischio che corrono molte sostanze attualmente impiegate nel settore degli integratori alimentari

Integratori Alimentari e le Problematiche del Settore

A fronte di mercato  che anche in un periodo difficile  ha confermato la fiducia dei consumatori, verranno prese in esame le  sfide  regolatorie principali che si dovranno affrontare nel   settore in un prossimo futuro per il mantenimento sul mercato dei prodotti esistenti e per lo sviluppo di nuovi.

PROPOLSAVE®: un nuovo alleato per la protezione delle mucose

PROPOLSAVE® is a new ingredient made in Italy for the protection of the oral and vaginal mucosae.
PROPOLSAVE® is a unique multi-active product obtained by the combination of highly purified and characterized polyphenols M.E.D.® and a natural mucoprotective extract from the Opunxia™.

Mucous membranes cover, with secreted mucous, the epitelium of body cavities providing an innate barrier to infections. Reinforcing this barrier may be a good treatment strategy. PROPOLSAVE® is a NEW and UNIQUE product, which contains a multi-acting combination of highly purified and characterized polyphenols derived from M.E.D.® Propolis and a natural mucoprotective and mucoadhesive extract from the Opuntia Ficus Indica plant. M.E.D.® Propolis polyphenols complex, widely studied and known for its high standardization and characterization, gives to PROPOLSAVE® strong activity against microorganisms, antioxidant and anti-inflammatory properties both in vitro and in vivo studies: M.E.D.® Propolis is able to reduce the symptoms related to upper respiratory tract infections in humans. Moreover PROPOLSAVE® is safe, it has proved mucoadhesive properties in oral and vaginal epithelium and it has good wound healing activity. Thanks to the standardization of the polyphenols contained in M.E.D .®Propolis, the activity is reproducible and related to the dosage of active compounds. The presence of polysaccharides from Opunxia™ increases the permeances in situ of polyphenols to guarantee the protection of the mucous membranes. PROPOLSAVE® is available in powder and hydrogliceric forms and is suitable for oral/nasal spray, orosoluble tablets, sachets, mouthwashes, toothpaste, vaginal ovules, creams, lavages.

Ingredienti nutrizionali, Fake News e informazione corretta

Nella comunicazione sul ruolo della chimica nel settore alimentare è fondamentale la chiarezza e la correttezza, per non portare al diffondersi di fake news.
Federchimica supporta le imprese nel diffondere tramite i propri canali delle comunicazioni corrette e comprensibili e nel corso dell’intervento presenterà le sue strategie in merito.

L’intervento prevede un’introduzione sulle attività di Federchimica nell’ambito della comunicazione e delle fake news, con particolare riferimento agli ingredienti specialistici utilizzati nel settore alimentare.
Saranno affrontate alcune delle fake news relative in particolare al settore degli integratori e dei prodotti nutrizionali, evidenziando come una corretta informazione basata sulle evidenze scientifiche e sulle normative vigenti porti invece la comunicazione su canali di correttezza.
Federchimica può supportare le sue imprese nel gestire la corretta informazione sugli ingredienti specialistici e allo stesso tempo sono gli esperti aziendali delle imprese associate a fornire il know how per le attività di comunicazione che poi sono a disposizione di tutti.

Federsalus e il Mercato degli Integratori  Alimentari

Il mercato italiano degli integratori alimentari presenta un’ampia offerta di prodotti che rispondono ad esigenze di benessere e salute. Medici e Farmacisti sono i principali riferimenti dei consumatori in termini di consiglio. Il mercato italiano poggia su una filiera industriale solida, che investe in R&D ed esporta sui mercati internazionali.