Menu

La naturalità…difficile – The difficult Naturalness

16:10 - 00:00
November 28, 2017

Il titolo del mio intervento è emblematico della difficoltà che hanno i consumatori, le aziende produttrici, gli enti certificatori ed il legislatore a porre delle norme che regolino i prodotti “green/verde/bio/ organic/naturali/vegetali/rispettosi dell’ambiente”. La tendenza verso questo mondo pervade tutta la società, anche la cosmetica. In Italia da fenomeno “di nicchia” di mercato, quello delle Erboristerie, il cosmetico naturale si è esteso e ha pervaso tutti i canali distributivi e tutti i segmenti di prodotto. Lo stesso sviluppo del claim “green” è rilevante. Mintel ha rilevato che ben il 45% dei prodotti cosmetici lanciati in tutto il mondo nel 2015 aveva un claim “green”.

La complessità del problema sta nella mancanza di una “legge” specifica: infatti il Regolamento 1223/2009 si applica a tutti i prodotti cosmetici senza distinguere  vari tipi di prodotto e vari canali di vendita.

La norma ISO 16128-1,emanata nel novembre 2016 dall’ International Oganisation for Standardisation, riguarda i cosmetici Naturali e Bio, e ha regolato le materie prime. Va tuttavia precisato e comunicato che ISO non è un Ente Certificatore, e non può costituire un claim pubblicitario, ne essere evidenziato con un “Bollino”.

I vari Enti Certificatori esistenti, da anni, hanno creato degli “standard”, evidenziati con un determinato “bollino” sulla confezione. Questo da una certa  “identificazione” ai prodotti, ma il consumatore, ha una certa difficoltà a capirne esattamente il significato e la differenza tra i vari standard/ bollini.

Inoltre l’aumento dell’internazionalizzazione complica il confronto sui mercati.

Le aziende cosmetiche fanno delle valutazioni tecniche e scelgono quegli enti che meglio corrispondano alla propria politica marketing e scuola formulativa. Conseguentemente se da una parte il concetto di naturale si allarga, le nostre aziende hanno la necessità di presentarsi al consumatore con formulazioni e posizionamenti di marketing sempre più chiari e precisi. La “Marca” con la sua immagine, la  sua qualità e con tutto il vissuto che si porta dietro, acquista sempre più importanza mentre il “Canale distributive”  la reduce.

Speakers

« Back to previous page