Menu

Criteri di selezione e scelta di una CRO per lo sviluppo di prodotti cosmetici avanzati

15:30 - 15:50
November 22, 2016

Lavorare con una CRO per lo sviluppo di prodotti cosmetici avanzati presenta molte similarità rispetto a lavorare con una CRO per lo sviluppo di un prodotto farmaceutico… ma non è esattamente la stessa cosa.

Le caratteristiche essenziali di una CRO a cui ci si rivolge pr lo sviluppo di un prodotto farmaceutico possono essere riassunte in: rispettare i costi e i tempi del servizio richiesto, garantire un alto livello di qualità, essere flessibili e pronti ad accettare i campbiamenti di protocollo proposti dal cliente, essere proattivi e curiosi, ma rispettosi delle richieste effettuate. L’aggiunta dell’attenzione al dettaglio e la capacità di mantenere un’appropriata comunicazione rende la ricetta potenzialmente perfetta.

Quando si tratta pero’ dello sviluppo e caratterizzazione di un prodotto cosmetico, quanto sopra puo’ non essere sufficiente. In questo caso, spesso il cliente non sta cercando solo la capacità di produrre un servizio, ma spesso un vero e proprio partner di sviluppo per il disegno di un nuovo prodotto o dello sviluppo di una nuova piattaforma adatta a perfomare determinati test, che spesso puo’ ancora avere la necessità di essere standardizzata e validata.

Nello sviluppo di un prodotto cosemtico, inoltre, è spesso essenziale poter avere la possibilità di accedere a tecnologie o componenti innovativi. La collaborazione con una CRO che possa mettere a disposizione tali teconologie ha un impatto strategico per la nuova linea di prodotti in sviluppo.

Inoltre lo scenario legale-regolatorio in continuo cambiamento fa si che diventi di alto valore la competenza della CRO in questo ambito, con la capacità di fornire advice anche anticipatorio all’azienda con cui si collabora.

In questa presentazione analizzeremo una serie di case studies in cui abbiamo proficuamente collaborato con differenti CRO per realizzare prodotti innovativi e sostenerne i claim specifici sia nell’ambito della deodorazione che nell’ambito dell’igene intima.

 

Working with a CRO to develop a cosmetic product presents many similarities with a  pharma product development… but it is not quite the same.

The must have features of a CRO service supporting the development of a pharmaceutical product can be summarized as: respect the predicted cost and time of the service, guarantee a high  quality standard, be flexible and  ready to accept potential  protocol change requests from the client, be proactive and curious but respectful of the client’s  requirements.  If you add attention to details and communication skills you have the perfect recipe.

But when it comes to the testing and development of a cosmetic product all the above may not be enough. In this case the client is often asking the CRO not only to deliver a service with all the expected features, but to be a proper partner in the design of a new formula or in the development of a new and untried testing in need of standardization and validation.

When we are looking to develop a new cosmetic product the availability of a new edging technology is essential.  For this reason, we look for CROs able to license a proprietary technology or ingredients that may really make  a difference in the new line of products. Furthermore, if we are looking to only test products we developed in house, we may need a specific test that allow us to defend the claims on our labels.

The CRO should also be able to provide knowledge on the continuously developing laws and regulations surrounding cosmetic products, their ingredients and targets.

In  this talk we will discuss a series of case studies where my company has collaborated with CROs  in the development of specific testing platforms for different products: intimate hygiene detergents and deodorants. In each cases we were able to use the results to make new  claims promoting innovative products.

« Back to previous page