Menu

L’omeostasi cutanea ed il microbiota : sfide e innovazioni nella valutazione dell’ efficacia.

15:50 - 16:10
November 22, 2016

I modelli tridimensionali di pelle ricostruiti in vitro sono conosciuti per essere predittivi della risposta cutanea e rappresentano uno strumento unico per approfondire la conoscenza o addirittura scoprire  nuovi meccanismi molecolari alla base degli effetti indotti dai prodotti cosmetici a livello cutaneo. In parallelo la sempre maggior conoscenza del ruolo delle specie microbiche sulla salute  e sulle malattie cutanee apre ad una nuova e  più completa visione della nostra pelle. I modelli 3D di pelle umana colonizzati con specie caratteristiche del microbiota permettono di capire meglio la fisiologia della pelle sia in condizioni di stress che di omeostasi ed in presenza di patogeni  permettono di studiare  i meccanismi di invasione e infezione. I  modelli sperimentali sviluppati da VitroScreen e basati sul meccanismo d’azione   forniscono dati quantitativi, scientificamente robusti e predittivi per selezionare ingredienti e dosi e per supportare le rivendicazione  del prodotto sul mercato.

 

Human skin 3D reconstructed models are recognized to be predictive of skin reactivity and represent an unique tool for gaining a deeper understanding  and even to discover the molecular mechanisms underlying the observed effects of cosmetic products at skin level. The increasing knowledge of  microbiota species role on skin health and diseases opens a new vision of skin  and 3D colonized models allow to investigate the skin response to the bacteria presence and invasion and to better understand skin physiology in homeostasis  and stress conditions. Mechanism Based Assays based on in vitro reconstructed skin models developped by VitroScreen provide quantificative, scientifically  robust and predictive data to select ingredients and doses and to substantiate product’s claims.

« Back to previous page