Menu

“I test ex-vivo come strumenti di ricerca e controllo qualità in tricologia professionale”

09:50 - 10:10
November 23, 2016

Secondo il Regolamento Europeo 1223/2009, tutti i claim relativi ai prodotti cosmetici devono essere dimostrati.

In ambito scientifico, esistono diversi metodi per dimostrare l’attività cosmetica di un prodotto e tra questi i test ex vivo rappresentano il tipo di sperimentazione effettuata su tessuto prelevato dall’organismo ed esterno all’organismo stesso.

Per i cosmetici tricologici per i quali la sede di elezione è il capello – annesso cutaneo sul quale il cosmetico professionale interviene prevalentemente con finalità estetica modificandone l’aspetto a livello più o meno profondo – la valutazione di efficacia consiste nella verifica del risultato cosmetico attraverso test condotti su capelli umani o pelo d’animale, utilizzati secondo procedure di laboratorio rigorosamente controllate e codificate.

Tali test vengono impiegati nelle varie fasi della preparazione del cosmetico, dal suo sviluppo (R&D) – dove consentono di anticipare con buona approssimazione i risultati in vivo su testa –  al controllo routinario in sede di produzione (QC) per garantire continuità nella qualità del prodotto.

La valutazione del risultato può essere strumentale quando è necessario evincere un dato numerico oppure sensoriale per uniformarsi alle condizioni di valutazione del consumatore finale.

Nel caso della valutazione sensoriale basata sugli organi di senso umani, si affronterà il problema dell’affidabilità e della riproducibilità del test di valutazione, prendendo in considerazione i vari fattori che possono influenzarne la lettura, come le condizioni ambientali, la qualità del substrato, la preparazione del valutatore, il numero di valutatori e l’adozione di un linguaggio univoco nell’interpretazione e nella comunicazione del risultato.

Nel corso della relazione verranno descritti i test ex vivo maggiormente utilizzati in tricologia professionale con le relative procedure e le tipologie di substrato da impiegare in funzione dei diversi tipi di cosmetico da valutare, sia esso un colorante, un decolorante, un ondulante permanente, un fissativo, uno shampoo o un condizionante.

 

According to the European Regulation (EU) No 1223/2009 all  claims used in relation to cosmetic products  must be substantiated.

In the scientific world there are different types of methods to provide data on the performance of cosmetic products.  Among them  the ex vivo  methods refer to experimentation  done on tissue from an organism in an external environment with minimal alteration of natural conditions.

The professional tricologogist cosmetics  are applied on  hair with the primary aim of providing  an aestetic performance, changing the hair look  at different level of depth: in this case, the efficacy evaluation consists in the substantiation of the cosmetic “result”  through tests carried out on human or animal hair, according to laboratory tests strictly coded and under controlled conditions..

This type of tests are carried out along the different stages of manufacturing process of the cosmetic product, from its conception (R&D) – allowing researcher to predict with good reliability the in vivo results on the head – to the quality control to guarantee quality stability in the product.

The instrumental approach can be adopted when it is necessary to obtain a numeric data while the sensorial approach is preferable when  it is necessary to test end consumer perception of product efficacy and finetune with consumer habit. 

In case of sensorial test based on human senses the focus will be on reliability and replicability of the evaluation test, taking into account the different aspects which may influence the test result  such as  environmental conditions, quality of substrate, the specific expertise of the assessor, the number of experts and the adoption of a well defined protocol with precise criteria in the interpretation and communication of the results.

This session will analise the ex vivo tests mainly adopted in  professional trichology sector together with the relevant procedures and types of substrate adopted depending on the different type of cosmetics to be evaluated, be it a color, a decolor, a perm, a fixing product, a shampoo or a conditioner.

Speakers

« Back to previous page